Frattura del pene

Foto, homepage, Procedure chirurgiche

La frattura del pene  è un evento poco noto ed altrettanto frequente nonostante l’alta frequenza di scocciature quotidiane. Toni scherzosi a parte si tratta di un evento drammatico e molto doloroso che richiede cure immediate. Essa è causata da una improvvisa, forzata ed innaturale flessione del pene sul proprio asse, verificatasi durante l’erezione, che determina la rottura della tunica albuginea dei corpi cavernosi cioè di quella guaina che avvolge i due cilindri  che, irrorati di sangue ad alta presione, determinano l’erezione dell’organo. Per fare un esempio si immagini di squarciare lo pneumatico di una bicicletta gonfiato alla massima pressione: si determina una immediata fuoruscita di aria con conseguente afflosciamento della ruota. Ebbene il pene si erige non grazie all’aria bensì all’aumento del volume di sangue che “rigonfia” due cilindri (i corpi cavernosi appunto) che sono rivestiti da un “copertone” (la tunica albuginea) in realtà molto resistente se non sottoosta a flessioni innaturali.
Poichè la tunica albuginea non è molto elastica quando sottoposta alla massima pressione, come avviene durante l’erezione,  venendo  flessa innaturalmente per un movimento sbagliato, si può improvvisamente rompere. Questo evento drammatico è caratterizzato da intenso dolore, addirittura da un rumore di “schiocco di frusta”, dalla immediata detumescenza del pene, da un imponente ematoma determinato dalla fuoruscita di sangue dai corpi cavernosi ai tessuti che lo circondano e talvolta da uretrorragia (emissione di sangue dall’uretra), qualora la frattura interessi anche il corpo spongioso della stessa. Generalmente accade durante rapporti sessuali molto intensi, con la parter  posizionata sull’uomo (che quindi non è l’artefice del movimento). Essa nell’impeto amoroso può determinare un impatto del pene sul proprio bacino o una estrema flessione dell’asta, tanto estrema da romperla… La frattura del pene è considerata come un’emergenza, e va trattata con un intervento chirurgico d’emergenza atto a riparare la breccia determinata dalla rottura del corpo cavernoso. Una mancata o ritardata correzione chirurgica, che può avvenire per trascuratezza o per vergogna in quei casi in cui la lesione è tanto modesta da essere sottovalutata dal paziente, può determinare reliquati quali l’impotenza o la permanente deviazione del pene causata da una abnorme cicatrizzazione della lesione stessa.


no images were found

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Informazioni

POLITICA DI UTILIZZO DEI COOKIES


Un cookie è un file che viene scaricato sul tuo computer quando consulti alcuni siti Web. I cookies permettono ai siti Web di conservare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione dell'utente su un sito o sul dispositivo utilizzato, e in base a queste informazioni, di riconoscerlo. Tuttavia, i dati ottenuti sono protetti. Riguardano soltanto il numero delle pagine visitate, la città in cui è localizzato l'IP della connessione al sito Web, la frequenza e la ricorrenza delle visite, la durata delle visite, il browser utilizzato, l'ISP o il tipo di terminale da cui è partita l'operazione. Dati come nome, cognome o indirizzo postale della connessione non vengono raccolti. I cookies utilizzati su questo sito Web e i loro utilizzo sono:

SESSIONID : scade al termine della sessione. Questo cookie permette di seguire la navigazione dell'utente durante la sessione, di conservare le informazioni inserite dall'utente nei campi che lo prevedono, e di assicurare la qualità e la sicurezza della navigazione sulle pagine del sito.
_pk_XXXX.XXXX : scade dopo 30 minuti. Questo cookie permette di ottenere dati sull'utilizzo delle nostre pagine Web a fini statistici.
CDN : scade dopo 3600 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
Slb : scade dopo 30 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
VisitorEntrance : scade al termine della sessione. Questo cookie determina l'origine geografica dell'utente, attraverso l'indirizzo IP di connessione.
cookieAccepted : scade dopo 365 giorni. Questo cookie permette di mascherare le informazioni sull'utilizzo dei cookies del sito e viene utilizzato solo se l'utente ne accetta l'utilizzo.
Puoi autorizzare, bloccare o eliminare i cookies installati sul tuo computer modificando le opzioni del tuo browser. Per i browser più popolari trovi qui i link:

Internet Explorer
Mozilla Firefox
Google Chrome
Apple Safari

Ti informiamo che la disattivazione di un cookie potrebbe impedire o rendere difficoltosa la navigazione o le prestazioni dei servizi proposti sul nostro sito.

Chiudi